La vittoria dell’Italia contro la Svizzera è stata nel segno di Manuel Locatelli, autore di una doppietta e di una prestazione superlativa, che ha fatto drizzare le orecchie agli addetti del mercato. Soprattutto alla Juventus che, assieme ad Allegri, l’hanno identificato come obiettivo numero uno, il tassello ideale da integrare in un centrocampo scarno di idee, geometrie e verticalizzazioni efficaci.

LA SITUAZIONE - Settimana prossima andrà in scena un primo faccia a faccia tra il ds bianconero Federico Cherubini e l’ad del Sassuolo Giovanni Carnevali, per formalizzare una prima offerta. L’impostazione dell’affare sembra delineata. Il club neroverde valuta il proprio gioiello almeno 40 milioni di euro, cifra che potrebbe schizzare verso i 60 milioni alla luce del suo grande periodo di forma, che ha riacceso l’interesse di diverse big europee. La Juve, dal canto suo, gode del gradimento del giocatore e vorrebbe mettere sul piatto circa 30 milioni di euro cash e colmare la parte restante con contropartite tecniche. Resta adesso da trovare l’intesa finale con il Sassuolo.

LA LISTA SI ALLARGA - Come spiega La Gazzetta dello Sport, il solo Radu Dragusin potrebbe non bastare, che il Sassuolo valuta 5 milioni, che dunque non basterebbero per arrivare a 40 milioni. Potrebbe servire un altro giovane, e qui il range di scelta si allarga: da escludere Fagioli, pupillo di Allegri, e Rovella, che potrebbe essere richiamato anzitempo alla base. Nella lista per Locatelli potrebbero invece rientrare Da Graca, Rafia e Felix Correia. Tanti talenti dal futuro assicurato, che la Juve non vorrebbe lasciar andare. Ma farà di tutto per far vestire Locatelli di bianconero.