Lunedi sera Juventus e Lazio concluderanno il turno della penultima giornata di campionato, in una gara che non ha più nulla da chiedere ai bianconeri e tutto da chiedere invece agli uomini di Sarri, ancora in lotta per un posto in Europa League. Ecco perchè, gli interessi di Madama si dirottano su ben altri fronti e quella contro i biancocelesti sarà anche la grande occasione per discutere di diversi obiettivi di mercato, segnati in rosso dalle dirigenze di entrambe le squadre. 

IL TEMA CENTRALE - Inutile dilungarsi troppo, al centro di tutto c'è sempre Milinkovic-Savic, seguito con grande attenzione dalla Vecchia Signora e messo in cima alla lista dei desideri, nella stessa casellina occupata da Paul Pogba. Per il serbo però non si tratta di una situazione semplice da sbrogliare, dato che Lotito non lo lascia partire per una cifra inferiore ai 70 milioni di euro e prima ci sarebbe anche da convincere il giocatore a lasciare il club capitolino. Non sarebbe invece un problema la cifra economica, altamente alla portata delle casse bianconere. 

GLI ALTRI NOMI - Ma quella che porta al Sergente non è l'unica pista calda sull'asse Torino-Roma, perchè i nomi accostati ai due club sono diversi. Quello più gettonato è quello di Francesco Acerbi, chiaramente in'uscita dalla Lazio e in cerca di una nuova sistemazione, qui però ci sarebbe da battere la concorrenza dell'Inter. Con l'addio di Chiellini, la Juve avrebbe bisogno di un giocatore di totale affidabilità in quel reparto e proprio per questo il suo profilo viene tenuto in considerazione. Un altro osservato speciale sarà sicuramente Federico Bernardeschi, ancora alle prese con il rinnovo e sempre stimato da Maurizio Sarri sin dai tempi in cui lo allenava alla Juve. Al momento non c'è nulla di concreto ma non è da escludere un tentativo da parte dei biancocelesti. Infine, ma non secondaria, la Lazio avrebbe anche considerato la posizione di Arthur, in vista proprio di un eventuale cessione di Milinkovic, con l'operazione che però resterebbe scollegata da quella che potrebbe portare il serbo all'ombra della Mole.