Tempo pochi giorni e il futuro di Nicolò Fagioli potrebbe prendere una direzione chiara. Secondo Goal, infatti, la prossima settimana si terrà un summit tra la dirigenza della Juve e l'entourage del centrocampista classe 2001, durante il quale sarà analizzata l'ottima annata del giocatore alla Cremonese per valutare la scelta migliore da compiere in vista della prossima stagione. Il 21enne, da parte sua, ha le idee chiare: fosse per lui, tornerebbe subito a Torino per provare a imporsi agli ordini di Massimiliano Allegri, che al ragazzo ha sempre riservato parole al miele, ma il desiderio - più che legittimo, alla sua età - di scendere in campo con continuità potrebbe spingerlo a prendere in considerazione una soluzione alternativa, magari un altro anno di prestito nel club grigiorosso, che dalla prossima stagione sarà impegnato in Serie A.

La decisione, comunque, non potrà essere rimandata tanto a lungo: Fagioli, infatti, è legato alla Juve solo fino al 2023, e su di lui si registra anche il forte interesse della Lazio di Maurizio Sarri, che potrebbe affidargli le chiavi del centrocampo e l'eredità di Lucas Leiva. La mediana biancoceleste, peraltro, potrebbe presto vedersi privata di un leader come Sergej Milinkovic-Savic, vecchio pallino dei bianconeri: secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, qualora a Formello accettassero la possibilità di valutare pedine di scambio, la Juve potrebbe mettere sul piatto proprio il "gioiello" piacentino, provando così a imbastire un accordo capace di soddisfare tutte le parti. Se ne sarà di più a breve, ormai sembra davvero questione di giorni.