Analisi tratta da Tuttosport:

"L'Atalanta di Gasperini , nel corso delle prime 13 partite del campionato di serie A, ha dato prova di essere molto più pericolosa, propositiva e vincente lontano da casa che sul manto erboso del Gewiss Stadium. Il rendimento esterno è nettamente migliore, finora sono arrivate 5 vittorie contro Torino, Salernitana, Sampdoria, Empoli e Cagliari a fronte di un solo pareggio sul campo dell'Inter (2-2) per la bellezza di 16 punti in classifica sui 18 a disposizione. Un grande bottino.  
Per crescere ancora bisogna cambiare marcia anche in casa, con lo Spezia sabato scorso sono arrivate 5 reti e tante belle conferme ma ora ci sono gare toste in campionato che si giocheranno lontano da Bergamo ed in particolare a Torino con la Juventus e a Napoli. E sarà determinante riuscire a confermarsi con un rendimento che sarebbe stato ancora migliore se non fosse stato annullato il gol di Piccoli a San Siro contro l'Inter: era il 3-2 a favore della Dea.  
 
Più c'è spazio per giocare e meglio la Dea si sistema in campo, non è un caso che nelle 9 gare esterne di campionato e Champions League i ragazzi di Gasperini abbiano trovato la via della rete ben 21 volte ottenendo 5 vittorie, 3 pareggi e appena una sconfitta, quella sul campo del Manchester United in rimonta. Già, le rimonte: in Europa la squadra di Gasperini ha sempre segnato in trasferta e si è sempre fatta rimontare e poi superare, molto positivo il bottino di gol fatti (7 in 3 gare) mentre il saldo passa in rosso a causa degli 8 incassati. Per come si gioca nel massimo torneo internazionale per club si tratta comunque di una conferma: la Dea gioca contro tutti a viso aperto e non abbassa mai la guardia."