La Juventus ha chiuso la Serie A 2021-22 con un bilancio di 57 gol segnati, numero che la colloca addirittura all'undicesimo posto fra le squadre del massimo campionato. Da questo punto di vista, hanno fatto meglio dei bianconeri Inter (84), Lazio (77), Napoli (74), Milan (69), Atalanta e Verona,(65), Sassuolo (64), Udinese (61), Fiorentina e Roma (59). E' evidente a tutti che, partendo da una base siffatta, la prima urgenza del mercato bianconero dovrebbe essere quella di rinforzare più possibile il reparto offensivo. Al momento, però, la Juve sembra che non stia per niente perseguendo questo obiettivo. Anzi, la distanza dalle rivali, e in particolare dall'Inter, sembra addirittura essere aumentata...

Se da una parte, infatti, i nerazzurri hanno di fatto concluso l'operazione relativa al ritorno di Romelu Lukaku (complimenti a Beppe Marotta per un'operazione meravigliosa), dall'altra i bianconeri hanno perso Paulo Dybala (al quale non è stato rinnovato il contratto) e Alvaro Morata (che non è stato riscattato dall'Atletico Madrid). Proprio Dybala, inoltre, per stessa ammissione di Marotta, figura fra i principali obiettivi dell'Inter per rinforzare ulteriormente il reparto offensivo, mentre la Juventus, parallelamente, sta inseguendo Angel Di Maria (che fa dell'assist, più che del gol, il suo pane) e Marko Arnautovic, discreto attaccante per esperienza e capacità realizzative, ma non certo un fulmine di guerra.

Un confronto fra le carriere, e la potenza di fuoco in zona gol, dei potenziali rispettivi attacchi di Juve e Inter per la prossima stagione, assume contorni imbarazzanti per i colori bianconeri. 

SCORRI PER LEGGERE: JUVE E INTER, I NUMERI DEGLI ATTACCHI A CONFRONTO, CHE IMBARAZZO PER I BIANCONERI