Il coronavirus ha cambiato e sta cambiando il mondo, anche quello dello sport. La Figc ha raccolto in un documento le norme per la ripartenza, che prevedono linee guida speciali anche per le trasferte. Quali? Queste. 

VIAGGI - Le squadre dovranno limitare al massimo i partecipanti alla trasferta. Qualora fosse effettuata in pullman, dovranno testare il personale conducente con tamponi, distribuendosi poi in due pullman differenti. In treno, la richiesta è quella di occupare per intero una carrozza a uso esclusivo, igienizzando l’ambiente prima dell’arrivo dei giocatori ed evitando incroci con altri passeggeri. In aereo, invece, i club dovranno privilegiare i charter ai voli di linea, procedendo all’imbarco sottobordo, direttamente dal pullman.

HOTEL - I giocatori dovranno avere un accesso a uso esclusivo all’hotel dove alloggiano, con percorsi esclusivi e dedicati tra hall, stanze e sala ristorante. Le camere dovranno essere singole e ubicate in una precisa zona dell’albergo, dove nessun estraneo potrà accedere. Anche i pasti saranno distribuiti senza assembramenti: l’hotel dovrà riservare una mensa a uno esclusivo alla squadra.