Un po' spagnolo e un po' olandese. Di sicuro, un ragazzone dall'avvenire assicurato. Dean Huijsen aveva poche scelte e ha preso comunque la direzione migliore: sin da tenera età calcistica si è piazzato centrale di difesa e da lì ha iniziato il suo percorso di crescita. Calcistica e fisica. Oggi è un giocatore della Juventus: ha firmato un contratto di tre anni e verosimilmente lo vedremo presto in Primavera. Se riuscirà anche ad andare oltre, lo scopriremo strada facendo. Adesso è semplicemente troppo presto. 

IL PROFILO - Difensore centrale, dunque. Ma di che tipo? Fisicamente è devastante: 194 centimetri di altezza e a 16 anni non è certo un aspetto da sottovalutare. Fino a quest'anno, sempre titolare nella Liga Nacional Juvanil (la nostra Primavera) del Malaga e più volte si è allenato con la prima squadra. Cresciuto in una scuola calcio di Marbella, è stato notato dal Malaga quando aveva soli 10 anni: colpiva naturalmente la predisposizione fisica, ma anche il tocco di palla, la qualità nella distribuzione. Non è solo una roccia: sa trattare la sfera come merita. 

IN COSA MIGLIORARE - Chi lo conosce racconta di un ragazzo dedito al lavoro e pronto a migliorarsi. Soprattutto nei fondamentali. Ma ha una dote rara: coglie al volo le situazioni e soprattutto sa leggere in maniera perfetta gli attacchi avversari. Ecco, la base c'è tutta. Ora arriverà la sostanza: alla Juve sa di trovare l'accademia della difesa. Ne approfitti.