Paulo Dybala è protagonista a Milano, dove con Rodrigo Bentancur ha incontrato tanti tifosi bianconeri accorsi all'Adidas Store (qui i video del nostro inviato). Il numero 10 della Juventus ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni:

SUL FUTURO - "Le dichiarazioni di mio fratello? Lui ha parlato per sé, io ho parlato con la società e con Fabio Paratici e sanno cosa penso. Io voglio rimanere alla Juventus anche l'anno prossimo, voglio continuare a giocare qui. E' ovvio che la Juve deve fare le sue scelte, fare la squadra anche in base all'allenatore che arriverà. Ma io voglio rimanere qua".

SUL NUOVO ALLENATORE - "Neanche la società lo sa, speriamo che sia uno forte per vincere tutto".

SU ALLEGRI - "L'abbiamo salutato tutti e ringraziato per ciò che ha fatto. E' stato l'unico allenatore che ho avuto qua e gli auguro il meglio".

SULL'INTER - "Io in nerazzurro? Ho molto rispetto per questa maglia e per questi tifosi, non parlerò di altre squadre perché sarebbe una mancanza di rispetto".

ANCORA SULL'ALLENATORE - "La cosa più importante è vincere, lo dice la società e lo dicono i miei compagni. E' ovvio poi che tutti i tifosi vogliono vedere un bel calcio e ci sono tanti allenatori in grado di farlo. Toccherà alla società scegliere".

SUL GIOCARE CON RONALDO - "E' una bellissima esperienza, ho il piacere di giocare con i due fenomeni più importanti della storia del calcio (Ronaldo nella Juve e Messi nell'Argentina, ndr). A volte è difficile trovare le parole per spiegarlo". 

SULL'ARGENTINA - "Tutto il gruppo ha voglia di vincere, speriamo di fare una Copa America importante per portare un trofeo nel nostro paese".