Alla Continassa è tutto fermo, o quasi. I calciatori della prima squadra sono impegnati al Mondiale o si godono qualche giorno di vacanza e il Brasile ha lasciato il ritiro per dare il via alla propria spedizione in Qatar. Dietro i campi, dove ci sono gli uffici, però, si continua a lavorare ed è tempo di bilanci. Cosa ha funzionato nella prima parte di stagione ma, soprattutto, cosa c’è da aggiustare?
 
Tra le priorità, in questo momento, e visto anche il cambio modulo, c’è l’allargamento del pacchetto di esterni a disposizione di Massimiliano Allegri. Troppo alto il minutaggio raccolto da Kostic e Cuadrado e più aumenta il chilometraggio più aumenta la possibilità di incorrere in un problema fisico.
 
Per questo, gli uomini di mercato bianconeri continuano a sondare il mercato degli uomini che corrono sui binari esterni del campo. Un lungo elenco di nomi quello nelle mani di Cherubini e colleghi e una riflessione in corso: operare già a gennaio o rimandare l’affondo in estate. Oggetto di queste riflessioni è anche l’esterno sinistro di proprietà dell’Atalanta, classe 97, Joakim Maehle, impegnato con la Danimarca al Mondiale e nome nuovo, ma all'improvviso caldissimo, nella lista dei desideri di Madama.