810 punti in 9 anni. Una Juve semplicemente inarrestabile. E' lo specchio di un dominio assoluto, recitato in lungo e in largo per tutte queste stagioni. Anno dopo anno il copione si è ripetuto e, seppur in modo diverso, sono arrivati i titoli, tanti e importanti. Da Conte ad Allegri e Sarri, con due certezze: Agnelli presidente e lo scudetto a fine anno. Per nove volte di fila. Spesso si è parlato, non a torto, di una Juve schiacciasassi, dalla stagione 2011-12 in avanti. 

E c’è un dato più importante degli altri, un’altra classifica rispetto a quella annuale, che fa capire perfettamente la situazione: quella degli ultimi nove anni, che certifica il divario tra i campioni e il resto d’Italia. La Juve ha messo insieme 810 punti, con una media di 90 a stagione, a due turni dalla fine del nono anno. E le altre? Lontanissime, un abisso. Le altre "grandi" si sono succedute nella lotta, senza mai battere la Juve e senza riuscire ad impensierirla per più una stagione. Troppo più forti, troppo organizzati, troppo squadra. Per tutti. Ecco perché il piano di De Laurentiis, svelato ieri sera, assume ancora meno valore e senso: nemmeno i playoff possono salvare un abisso di programmazione, idee, forza e qualità. 

Ecco la classifica.