Come la voleva Pirlo, e quindi da grande squadra. La Juve non passeggia, quasi 'conquista' il Cagliari. Che verso la fine primo tempo si arrende a Cristiano Ronaldo e alla sua doppietta: è 2-0 ed è senza patemi, già al primo riposo. Poi? Tutta gestione, qualche affondo di Kulusevski e il solito Morata pronto a correre per quattro. Comunque, le note liete sanno andare oltre il risultato, e la prima ha il volto sornione e sorridente di Matthijs de Ligt. Non è solo una prestazione di sostanza, la sua: è una dimostrazione di talento. Si unisce a Demiral (che serata, anche per il turco) e detta legge come fosse all'ennesima partita dell'ennesima stagione. 

Menzione d'onore per Bernardeschi, in un momento meraviglioso che ormai si è fatto periodo. Poi, Arthur: il centrocampista che mancava. E che diventa strettamente necessario. 

Date un'occhiata alle nostre pagelle nella gallery dedicata.