Come dichiarato in conferenza stampa: Manuel Locatelli ha ben impresso in mente quello che vuole sia il suo futuro, e di questo ha già discusso con il Sassuolo. Difficile tirarsi indietro di fronte alle avances della Juventus che in questa sessione di mercato ha la volontà - ma anche la necessità - di operare a centrocampo, reparto da anni in difficoltà. Locatelli rappresenterebbe quello che è mancato: gioventù, freschezza, fame, qualità tecniche e geometrie; per questo si lavora per trovare una quadra insieme al Sassuolo.
LE CONTROPARTITE - Come riporta calciomercato.com, la volontà della società neroverde sarebbe quella di incassare 40 milioni cash. La Juventus, invece, punta ad abbassare le pretese economiche, inserendo delle contropartite tecniche. Tra i nomi già presenti nella rosa bianconera, quelli che Carnevali potrebbe apprezzare maggiormente sono Dragusin e Fagioli. Nella giornata di ieri, però, i dirigenti della Juve hanno incontrato Beppe Riso, procuratore di Rovella. Il giovane centrocampista potrebbe essere portato a Torino anzitempo - l'accordo in origine prevedeva un altro anno di prestito al Genoa - giusto il tempo di fare le valigie e poi essere girato al Sassuolo, ma non con una cessione definitiva, i bianconeri vorrebbero tenere in qualche modo il controllo del giocatore. 
LA CHIAVE - La svolta della trattativa potrebbe, però, arrivare dove non la si aspetta. In particolare, dal cartellino di ​Hamed Traoré, che si trasferì dall'Empoli al Sassuolo nel contesto di un'operazione in sinergia con la Juventus, che ne detiene un'opzione per acquistarlo a 18 milioni. Rinunciando a questa, la Juve potrebbe trovare la chiave giusta per aprire la serratura che porta al regista del futuro: Manuel Locatelli.