Salutato calorosamente Fabio Paratici, Andrea Agnelli è pronto a riorganizzare l’assetto della Juventus. Nei prossimi giorni verrà ufficializzato il passaggio al ruolo di amministratore delegato di Maurizio Arrivabene, ex Ferrari e uomo di fiducia della famiglia Elkann, che già nel 2018 poteva sbarcare nel club bianconero.

NEL 2018… - È il retroscena che racconta l’edizione odierna di Tuttosport: “Maurizio Arrivabene poteva essere l’amministratore delegato della Juventus già da quasi tre anni, perché era lui che poteva sostituire Giuseppe Marotta, nell’ottobre del 2018, quando l’ex ad bianconero lasciò il club. Un’ipotesi tramontata abbastanza velocemente perché in quel momento Arrivabene era ancora il direttore della Scuderia Ferrari”.

CHERUBINI - Dopo tre anni, l’ex ferrarista entrerà finalmente a far parte della sua squadra del cuore, che cambia anche il team dirigenziale. Da tempo è nota la promozione di Federico Cherubini nel ruolo prima occupato da Paratici. Al suo fianco Giovanni Manna e Matteo Tognozzi. Attenzione anche all’ex portiere Marco Storari – spiega TS – che è entrato nella dirigenza già nella passata stagione e che potrebbe essere a sua volta promosso.