Una nuova pagina di una lotta continua. Isco Alarcon ha rotto il suo rapporto con il nuovo allenatore del Real Madrid, Santiago Solari, come vi raccontiamo da qualche settimana. E ogni giorno che passa sembra essere un solco che si scava incessantemente. Anche ieri sera l'ex Malaga è stato escluso dall'undici titolare per la gara contro il Betis Siviglia, e non è sceso in campo  nemmeno nella ripresa. Un fatto che ha suscitato grandi polemiche, soprattutto in Spagna, con già qualche risposta...

BUTRAGUENO -  Emilio Butragueño, dirigente del Real, ha commentato subito dopo la partita: "Isco? E' qualcosa che appartiene alla sfera delle decisioni dell'allenatore. Non possiamo fare altro che sostenere quello che propone Solari è fuor di dubbio che sia il meglio per la squadra". Parole che pesano come macigni sulla situazione del fantasista.

SOLARI - Anche l'allenatore del Real è intervenuto ai microfoni della stampa per commentare la situazione, negando però le 'accuse': "Siamo quelli che siamo e penso che abbiamo giocato molto bene. Assicuro che, in nessun modo, c'è qualcosa di personale. Mi dispiace ripetermi: tutti possono giocare, tutti fanno parte della squadra. Se lo lascerei partire? Siamo una squadra a cui possono essere aggiunti ragazzi della Castilla, come sta succedendo. Tutti i giocatori sono importanti, ma non è una domanda per me".

VIA SUBITO - Come riporta il Mundo Deportivo, il giocatore è alla rottura completa, tanto che potrebbe lasciare il Real anche subito. Da qui al 31 gennaio potrebbe succedere di tutto, con la Juve molto interessata al giocatore. La dirigenza ha aperto i contatti per giugno, sfruttando gli intermediari, e ora Isco non sembra più un sogno lontano, ma una realtà possibile. Un colpo che dipenderà da molti fattori. Lui vuole lasciare Madrid e partirebbe anche subito.