Ci risiamo! Perso un ex juventino, l'Inter ne punta un altro: l'addio inaspettato di Conte ha spiazzato società e dirigenza. Uno scudetto in più sul curriculum e tanti saluti. Tutto da rifare per i nerazzurri, che con lui pensavano di aprire un ciclo vincente. Macché: a ruota se ne sono andati anche Hakimi e Lukaku (prima parte di visite mediche con il Chelsea già effettuata). Gli interisti tremano perché mancano ancora 20 giorni alla fine del mercato, temono di perdere altri pezzi importanti.

UN ALTRO EX - In un clima più teso che mai Marotta e Ausilio stanno provando a mettere qualche toppa. E a chi pensano per sostituire Lukaku? A Moise Kean, ex Juve. Lui come Vidal, preso per rilanciarsi ma del top player visto a Torino non c'è neanche l'ombra. Così l'Inter prova ancora a pescare tra i giocatori con un recente passato alla Juve: Moise in bianconero ci è proprio cresciuto, dai Giovanissimi alla prima squadra prima di essere ceduto all'Everton. Nelle scorse sessioni di mercato era stato accostato anche alla Juve che ora ha completato il suo attacco con Kaio Jorge.

CONTATTI CON RAIOLA - L'Inter pensa davvero a Kean, è uno dei nomi nella lista dei dirigenti per il dopo Lukaku. Marotta ne ha già parlato con Mino Raiola durante i colloqui per l'esterno del Psv Dumfries. I nerazzurri guardano ancora alla Juve del passato e cercano un altro giocatore bianconero che a Torino ha vinto due scudetti: per un Conte che se n'è andato c'è un Kean che potrebbe arrivare. La strategia è sempre quella: gli ex juventini come garanzia di vittoria.