C’è del vero in chi dice che tutte le ipotesi legate al mercato juventino sono fallaci perché ancora non si sa chi allenerà i bianconeri il prossimo anno. E un mercato senza allenatore non sarebbe possibile. Vero, appunto, ma non del tutto. Quando Allegri arrivò i giochi erano già fatti e non risulta che abbia dato alcuna indicazione su acquisti e cessione. La tendenza juventina poi, prevede yes-man e l’allenatore labronico incarnava perfettamente tale tipologia. Quest’anno ha alzato la testa proprio sul mercato ed è stata una delle ragioni del suo benservito. Inoltre, la Juve ha già chiuso alcune trattative (vedi Demiral) iniziate da tempo. Insomma, il mercato in realtà, non si ferma mai e non sarà certo Sarri, nel caso che venga, a far cambiare strategie al duo Nevded-Paratici.

Per questa ragione, ci riempiono di gioia i segnali che danno Icardi alla Juve: la volontà del centravanti nerazzurro, quella di Marotta e Conte, il benvenuto di Chiellini… Icardi, giocatore che non suggerisce, che manovra solo in area, che concentra tutto il gioco su di sé e che non è certo un Benzema, farebbe ombra a Ronaldo, ma non solo. In coppia con Wanda potrebbe destabilizzare l’ambiente, visto quello che è accaduto quest’anno e spaccare lo spogliatoio. Insomma potrebbe essere una bella mina piazzata nella santabarbara juventina. In più, sembrerebbe profilarsi lo scambio con Dybala: il danno, in questo caso, sarebbe doppio. Toglierebbe le castagne dal fuoco all'Inter e, allo stesso tempo, la rafforzerebbe. Un’operazione perfetta!