"Ricchi, calciatori e insoddisfatti: si può? Certo che si può". Parla così il Corriere della Sera dei big che "soffrono di mal di pancia", ma che vengono bloccati dai conti in rosso del calcio: da Ronaldo a Haaland, da Mbappé a Griezmann e Icardi. Sono i capricci dei numero uno, questo il titolo, che il quotidiano approfondisce scrivendo: "Il ritorno di Cristiano Ronaldo a Torino è atteso tra domenica e lunedì, quando comunicherà alla Juventus se rimane oppure se ha in mente di salutare. E da questo dipendono il mercato dei bianconeri e un po’ tutto il futuro prossimo della squadra di Allegri. C’è una Juve con CR7 (acquisti complicati per motivi di bilancio, collocazione tattica di CR7 non proprio agevole) e c’è una Juve senza di lui (nuove risorse economiche per i rinforzi, caccia immediata a un centravanti). La sensazione è che Ronaldo preferisca andarsene, ma anche che ci sia un solo club in grado di prenderlo: il PSG. E qui la storia del portoghese si intreccia con le vicende di altri due insoddisfatti eccellenti: Mbappé e Icardi".

E continua: "Il contratto di Mbappé scade nel 2022, il francese non rinnova perché vuole il Real, lo sceicco non intende cederlo anche se rischia di perderlo a zero tra dodici mesi: come finirà? Se Kylian va via, può scattare un giro che restituisce il sorriso a tutti: lui vola entusiasta da Ancelotti, Ronaldo sbarca in Francia, Icardi fugge dalla prigione dorata di Parigi e arriva alla Juve, meta prediletta già dai tempi della lite con l’Inter".