Pep Guardiola, allenatore del Manchester City, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del derby contro lo United. Le sue parole hanno toccato naturalmente anche la partita appena disputata dai Red Devils contro la Juve: “Il derby significa molto per i tifosi, giocare contro il Manchester United è sempre speciale, anche se siamo a novembre. Forse la partita di ritorno sarà più importante, ma siamo in un buon momento, così come loro. Se riesci a vincere a Torino, vuol dire che sei davvero forte. Ho visto una squadra che si è impegnata, aggressiva senza palla. Storicamente per noi è sempre difficile batterli. Hanno vinto la maggior parte delle sfide e sappiamo quello che dobbiamo fare. Parlerò con i giocatori e suggerirò loro cosa fare per vincere. Il Manchester United e il Liverpool sono i club più titolari dell’Inghilterra, devi affrontarli nel modo in cui meritano. 

Differenze con derby in Spagna? Lì le rivalità sono più intense, ma sono tutte partite speciali. Io e Mourinho siamo entrambi bravi ragazzi, più di quello che possiate aspettarvi. 

L’attacco mediatico per la simulazione di Sterling? Non era rigore, lo sappiamo. È caduto mentre stava calciando, ma non si può ridurre a un singolo episodio una partita giocata alla grande”.