Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha parlato a La Repubblica soffermandosi sull’ipotesi playoff e playout: “Se le condizioni sanitarie lo permetteranno, i campionati dovranno essere portati a termine regolarmente, altrimenti introdurremo i playoff e i playout, con tutte le squadre divise per fasce di classifica. Solo per ultima possibilità, nel caso in cui non ci saranno le circostanze per riprendere, potremmo individuare un criterio oggettivo per la definizione delle graduatorie, attenendoci ad un algoritmo, ma sempre con le promozioni e le retrocessioni. Nella prima settimana di giugno verranno prese le decisioni.

SULLE RETROCESSIONI – “Le competizioni si concludono in base al merito sportivo, se qualcuno pensava di derogare rimarrà deluso. Quest’ipotesi non può essere presa in considerazione, è contro i valori base dello sport. Le retrocessioni ci saranno”

SUI PLAYOFF IN FUTURO – “Il primo settembre inizierà la nuova stagione. Faremo delle riflessioni a riguardo, sia sulla data di inizio del nuovo campionato sia sul format futuro. Non mi voglio sbilanciare, ma può esserci una modalità diversa per dare vita ad un torneo più avvincente e meno carico di impegni”.