Nella mattinata di oggi in casa Juve si è svolto il tanto atteso CDA, dove si è discusso del catastrofico avvio di stagione della squadra guidata da Massimiliano Allegri. Ad analizzare il momento della Vecchia Signora è stato anche l'ex centrocampista bianconero Giuliano Giannichedda, il quale ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva a IlBiancoNero.com.  

Credi che le colpe maggiori siano da attribuire ad Allegri?

'Quando le cose vanno in un certo modo c'è sempre una percentuale da attribuire a tutti. Non darei le colpe solo ad Allegri, perchè bisogna considerare anche che giocare senza Chiesa, Pogba, Szczesny, Rabiot, Locatelli e Di Maria, è chiaro che tutto viene meno. La vera valutazione sulla Juve andrà fatta quando ci sarà l'intero organico al completo'

Quanto cambierà con il rientro di tutti gli idisponibili?

'Sicuramente tanto. Non solo per il tasso tecnico, ma anche a livello di mentalità porteranno molto a tutta la squadra. E' chiaro che giocare senza i calciatori sopra citati c'è molta differenza. Bisogna aggrapparsi sempre ai calciatori più forti in momenti come questo e purtroppo questi mancano'.

Continueresti con Allegri?

'Sicuramente anche Allegri ha le sue colpe, però continuerei con lui. In questo momento alla Juve non ci sono le condizioni adatte e trova difficoltà a fare meglio, ma può e deve fare di più'. 

Vedendo quanto emerso oggi, credi che la Juve abbia ancora bisogno di Nedved?

'Si, assolutamente. Pavel ha dimostrato di essere un grande dirigente e di saper fare il suo lavoro. Bisogna però anche fare squadra fuori dal campo, non si può ogni giorno dare una notizia che ognuno va contro l'altro. Così si destabilizza l'ambiente'. 

Che idea ti sei fatto di Paredes?

'Sicuramente è un giocatore con le caratteristiche che piacciono ad Allegri. Avendo però giocato poco ed essendo arrivato ora non può risolvere tutto da solo. C'è bisogno dell'impegno di tutti, lui aggiunge diversità agli altri centrocampisti e questo è importante'. 

Includi anche la Juve per la lotta scudetto?

'Includo anche la Juve. Le altre non vogliono scappare, se avesse avuto quei due punti in più contro la Salernitana ora era li attaccata alle altre. Al momento l'Inter resta la favorita ma vedo anche il Napoli e il Milan in un ottimo stato di forma'.