Alberto Zaccheroni, ex allenatore della Juve, ha parlato alla Gazzetta dello Sport: «Federico Chiesa sta diventando il giocatore che mi auguravo diventasse. Non ne ero certo, invece è diventato il giocatore più importante della Juve. E’ un giocatore che strappa, supera facilmente l’avversario, fa superiorità numerica e ora si sta completando, cercando maggiormente la porta e segnando di più rispetto al passato, quando giocava più distante dalla zona tiro. Ha una determinazione feroce, e ora ha anche la chance di entrare fra i top mondiali, un’occasione che non mancherà. E’ un attaccante di grande qualità, deve prendere l’abitudine di segnare almeno 20 gol a stagione: una punta viene valutata per le reti che realizza. Nessuno escluso, basta vedere Ronaldo». 

IL TOP - «In pochissimo tempo è diventato irrinunciabile. Come attaccante esterno, soprattutto a sinistra, in questo momento è insostituibile in bianconero. Con la Roma la Juve avrà gli attaccanti contati, ma sarebbe un peccato che Chiesa fosse ancora sacrificato nel ruolo di falso nove».