Sarà Marco Guida il direttore di gara di Fiorentina-Juventus di domani. La designazione del  fischietto di Torre Annunziata ha fatto però storcere il naso a tanti tifosi della Vecchia Signora che non dimenticano gli errori del passato contro i bianconeri ma, soprattutto, le dichiarazioni dello stesso direttore di gara che qualche anno fa ammise candidamente il suo tifo per il Napoli. “Tengo alle sorti di una squadra che però attraversa un momento difficile come il Savoia. La situazione della squadra riflette la situazione economica e sociale di una città con grandi problemi. Ovviamente poi tengo molto alle sorti del Napoli”, le sue dichiarazioni.

FURIA MAROTTA – Al netto delle parole ci sono però anche degli episodi del passato che suggeriscono come Guida non sia probabilmente il miglior arbitro per la sfida di domani. Tra gli errori più clamorosi del direttore di gara di Torre Annunziata c’è quello in un Genoa-Juve del 2013: penalty solare allo scadere non concesso ai bianconeri e polemiche che nacquero anche dopo le ammissioni dello stesso Guida negli spogliatoi: “Non me la sono sentita di fischiare” ammise il direttore di gara scatenando anche l’ira di Marotta: “Per un arbitro come Guida di Torre Annunziata ci sono difficoltà a venire ad arbitrare la Juventus. Non parlo di malafede ma di difficoltà. Al 94' un arbitro della provincia di Napoli si è trovato in difficoltà... Così come è consigliabile che un arbitro di Novara non arbitri la Juventus, così una arbitro napoletano non deve venire ad arbitrare la Juventus”, dichiarò allora il DG bianconero.

ALTRI ERRORI - Ma non finisce qui. Nel 2017 Guida assegnò e poi tolse un rigore alla Juventus nel match giocato in trasferta a Bergamo. L'arbitro vide il mano di Toloi ma venne dissuaso dall’assegnare il penalty per un’errata segnalazione di fuorigioco arrivata dall’assistente e confermata dall’arbitro di porta Rizzoli.

ANCHE COL VAR - Lo scorso novembre,  poi, Guida dirigeva Samp-Juventus terminata per 3 a 2 per i blucerchiati. Una vittoria netta e meritata della quale però non si ricorda un Higuain lanciato a rete fermato in inesistente posizione di fuorigioco e il 3 a 0 di Zapata viziato da fallo di Khedira. Il VAR era già arrivato eppure Guida non andò neanche a vederlo. Ripensando a tutti questi episodi, facciamo nostre le preoccupazioni di qualche anno fa di Marotta: siamo sicuri che sia il fischietto giusto per domani sera?

@lorebetto