Non è stato certamente il più facile tra gli inizi di stagione per Emre Can. Il centrocampista tedesco è arrivato a parametro zero dal Liverpool in estate, pur 16 milioni di euro di "oneri accessori" per far felice l'entourage, dopo una trattativa lunga e accidentata. La Juventus gli ha concesso la prima clausola rescissoria nella storia del club, a 50 milioni di euro dopo il terzo anno di contratto, valida soltanto per l'estero. Sintomo di quanto a Torino il tedesco sia stato bramato e ben voluto fin dal principio. Condizione poi confermata dalla vicinanza in occasione della delicata operazione per rimuovere un nodulo tiroideo, che ha inizialmente spaventato tanto il calciatore quanto tutti i tifosi. Oggi Can è tornato al 100% e la Vecchia Signora attende di gustarlo sui meravigliosi livelli ammirati a Liverpool.

REGALO DI COMPLEANNO - Can, nato il 12 gennaio del 1994 a Francoforte, compie oggi 25 anni. In 16 presenze e 769 minuti giocati fin qui in stagione non ha ancora trovato la via della rete e ha servito soltanto un assist, per altro delizioso per Cristiano Ronaldo in occasione della partita contro il Sassuolo, in cui il fenomeno portoghese si è sbloccato con la maglia bianconera. Le partita che hanno chiuso il 2018 contro Atalanta e Sampdoria, giocate interamente dal tedesco, sono esemplari di questo avvio di stagione. Can è puntuale, sbaglia poco, non può dirsi insufficiente, ma manca del giusto cambio di passo e della velocità necessaria in fase di impostazione. Fin qui è stato una "riserva di lusso", ma alla Juventus una simile condizione non può bastare, dopo quanto visto a Liverpool. Non per un ragazzo di 25 anni, della quantità e qualità di Emre Can.