Massimiliano Allegri ha scelto Paulo Dybala. L'argentino torna titolare in Champions League, dopo le assenze contro Atletico Madrid e Ajax all'andata, nel ritorno dei quarti di finale contro gli stessi olandesi. Non gioca dal primo minuto in Europa dalla disfatta del Wanda Metropolitano, in cui giocò un grande primo tempo prima di sparire dalla partita. Si tratta dell'ennesima grande occasione per la Joya, tra i più deludenti sabato pomeriggio contro la Spal, pur da leader della giovane formazione bianconera. 

LA STAGIONE - Dybala deve "girare una stagione anonima", come ha scritto oggi Il Giornale, in cui ha segnato soltanto 10 gol in 38 presenze, di cui ben quattro tra andata e ritorno contro lo Young Boys nei gironi di Champions. Quale miglior occasione di una partita da dentro o fuori per la Juventus, dopo il pareggio per 1-1 senza verdetti nell'andata della Johan Cruijff Arena. Tanto più che il tecnico livornese, dopo il forfait dell'ultima ora di Mario Mandzukic, ha deciso di puntare su Dybala anziché sfruttare il periodo d'oro di Moise Kean, reduce da almeno un gol nelle ultime quattro partite giocate in campionato e sostituto naturale del croato nel ruolo di centravanti.

LA PARTITA - La Joya non può sbagliare, anche perché questa sera allo Stadium sarà lui a vestire non soltanto la maglia numero 10, ma anche la fascia di capitano, considerate le assenze di Giorgio Chiellini, Andrea Barzagli, Sami Khedira e dello stesso Mandzukic. Occasione d'oro, dunque, anche per riprendersi in toto l'amore dei tifosi bianconeri, che non lo hanno mai abbandonato di fronte alle possibili offerte di mercato per il suo cartellino, ma comunque delusi da questa stagione da incubo per Dybala. Ora o mai più, insomma: Allegri chiama, la Joya deve rispondere presente.

Allegri ha scelto la formazione titolare per Juventus-Ajax: la trovate nella nostra gallery dedicata.