La costruzione della Juventus 2021-22 parte da Paulo Dybala. Ve l'abbiamo raccontato spesso in questi giorni, parlando di una Joya come fulcro del rinnovamento voluto da Max Allegri. Il nuovo protagonista del mercato bianconero, Federico Cherubini, ha il compito di guidare l'operazione rinnovo dopo tanti mesi di stallo. Sarà la prima trattativa su cui Cherubini si concentrerà, per l'importanza del giocatore e anche per via di alcune competizioni in partenza, come Europeo e Coppa America, che rallentano il mercato. Dybala, però, si sta riposando e riprendendo da una stagione molto complessa: escluso dall'Argentina per problemi fisici (il ct Scaloni di lui ha detto: "Sono il più dispiaciuto per non averlo qui"), aspetta una chiamata dalla Juve. In attesa di capire anche il futuro di Cristiano Ronaldo.

LA CHIAMATA - Dybala invece non ha altro pensiero che la prossima annata. Tanto che, dalle vacanze, non ha mancato di mandare un messaggio di bentornato a Massimiliano Allegri, ricevendo in risposta una telefonata dal vecchio/nuovo allenatore. Come racconta Tuttosport, Dybala ha vissuto grandi stagioni con Max e Allegri conta su di lui, perché l’argentino sarebbe l’uomo di maggior talento dell’attacco. In scadenza tra un anno va sbloccato lo stallo totale e risolte le incomprensioni dell'ultimo anno, che erano soprattutto tra Fabio Paratici e l’agente di Dybala, Jorge Antun. Un attrito da grattare via, ripartendo dai 7 milioni a stagione che Dybala guadagna attualmente e che vuole incrementare. La Juve è pronta a riconoscergli un aumento, ma in linea con le difficoltà attuali: ipotizzabile dunque una proposta tra gli 8,5 e i 10 milioni, certo non superiore come quota fissa.