La rosa lunga della Juventus è stato uno dei leitmotiv dei primi mesi di stagione, ma ora purtroppo se ne iniziano a constatare i benefici. Effetti che, però, si pagano a caro prezzo, come nel caso della lesione al crociato di Merih Demiral. Il centrale turco succede così a Giorgio Chiellini nella lista dei lungodegenti, con la stagione in corso che si può dire conclusa e la possibilità Euro 2020 che resta uno spiraglio di speranza per il rientro al calcio giocato. Così, la Juventus comincia a fare i conti, consapevole che il momento - il mercato aperto - può essere propizio per cesellare questa defezione improvvisa alla rosa. 

Eppure, i numeri sembrano quadrare, anche se il fattore imprevedibilità resta dietro l'angolo. Un nuovo centrale sarebbe una spesa impronosticata, e con lo stesso Chiellini che vede il rientro (fine febbraio?), Sarri avrà la possibilità di reintegrare De Ligt tra i titolari e far scalare Rugani - quinto nelle rotazioni - come momentaneo primo cambio, in attesa appunto del capitano. Insomma, le soluzioni interne ci sono, ma l'occasione può spingere nuovamente Paratici sul mercato. In attesa di capire le mosse della Juventus, la palla passa quindi ai tifosi: cosa dovrebbe fare la dirigenza? Aspettare Chiellini e affidarsi a Rugani nel frattempo o caracollarsi sul mercato per trovare il momentaneo sostituto di Demiral?

VAI AL NOSTRO SONDAGGIO: Demiral, stagione finita: quale mossa deve fare ora la Juve?