A volte ritornano. Perché Mousa Dembelé resta un oggetto prezioso sul mercato, un nome sondato da tanti club che già a giugno scorso è stato vicinissimo ad arrivare in Italia: l'Inter lo ha corteggiato con forza, ha incontrato i suoi agenti prima a Londra e poi in sede a Milano, le richieste economiche del giocatore però hanno complicato il colpo belga a centrocampo. Dembelé si era proposto anche a Napoli e Juventus, proprio i bianconeri sono la pista che intriga i suoi agenti per gennaio, quando il belga sarà libero di firmare a parametro zero con qualsiasi altro club, visto che il contratto con il Tottenham scade nel prossimo giugno (tutti gli obiettivi a parametro zero per il 2019 in casa Juventus nella nostra gallery dedicata).

COSTI ELEVATI - La Juventus lo sa bene, Dembelé si offre ma al momento non ha neanche ancora definitivamente rifiutato le avances del Tottenham per rinnovare. L'entourage del belga si tiene tutte le porte aperte: perché il contratto a scadenza è tutto quello che Dembelé attendeva per l'ultimo grande accordo della sua carriera, pronto ad accettare l'offerta più alta. Dalla Cina fino alla Juve, Mousa vuole ascoltare qualsiasi proposta ed accettare la più elevata, ecco perché prenderlo con la formula del parametro zero significa comunque investire sulla commissione (oltre i 4 milioni) e su un ingaggio che supererebbe i 6 milioni di richiesta. Tanti, troppi per Dembelé con la Juventus che ad oggi non è andata oltre le voci e i dialoghi, gennaio è lontano. E Dembelé continua la sua caccia alla proposta migliore...

Fabrizio Romano, da Calciomercato.com