Dalla serata azzurra di Folgarida, consueto appuntamento che apre il ritiro del Napoli, Aurelio De Laurentiis inscena il solito show che infiamma i tifosi partenopei. L'argomento? Da Ancelotti al nuovo mercato, passando per Lorenzo Insigne e il sogno scudetto. A proposito, l'ultimo campionato non è ancora andato giù al numero uno del Napoli: "Purtroppo veniamo fuori da un calcio malato, in cui nessuno ha mai avuto il coraggio di fare un mea culpa vero - le sue parole -. C'è stata Calciopoli, il calcioscommesse guidato da Singapore... Ora sono state azzerate la Lega, la Figc e vorrei che si ricostruisse in maniera seria". ADL ha poi chiosato così: "Il campionato di quest'anno è stato falsato e scippato: noi apparteniamo a quella che Totò chiamava la 'banda degli onesti'".