Il “corna gate” ha rotto il muro del silenzio che ancora proteggeva il prezioso giardino del privato dove nascono i sentimenti. Quelle stesse pulsioni intime che possono anche sfiorire e poi morire perché anche loro sono il prodotto della perfettibilità umana. La differenza tra l’oggi e un certo passato pre-tecnologico sta nel fatto che la discrezione e ancora di più il senso del pudore hanno trovato la loro sepoltura in questo vorticoso viavai gossiparo che straccia il velo della privacy. La cosa sconcertante è che sono proprio i protagonisti di questi balletti da camera da letto a rivelare i particolari in cronaca.

Ambra Angiolini si è limitata, nel corso di un’intervista ad un settimanale cartaceo, ad annunciare la fine del rapporto con il farfallone Massimiliano Allegri confessando che la causa del patatrac coniugale era stata il tradimento del suo compagno. Uno sfogo, comunque educato, da donna ferita la quale in seguito ha anche dovuto subire il dileggio scriteriato della banda Staffelli che, come si dice in francese, questa volta ha pestato una merda. Da parte sua l’allenatore della Juventus, al proposito, si è chiuso in un rigoroso silenzio pregando il pubblico di farsi ciascuno gli affari suoi.

Wanda Nara ha oltrepassato la siepe anche del buon gusto. Usando lo strumento di comunicazione più incisivo e invasivo al mondo ha informato guardoni e non che tra e il marito Icardi per il quale lei cura anche gli interessi professionali, la storia era arrivata al capolinea “Bravo Mauro, sei riuscito a rovinare un’altra famiglia!) perché l’uomo si era reso colpevole di infedeltà andando a letto con una sua ex amica che la vittima dell’adulterio non esita a postare si Twitter con l’appellativo, tout court, di “troia”.

Sei tempi sono questi, teniamoceli ma non diamo la colpa a nessuno se non a ciascuno di noi che ha messo del suo per arrivare a tanto. In una recente intervista Christian De Sica, figlio di cotanto padre e persona che sa anche prendersi in giro, ha detto: ” Mio papà è passato alla Storia per i capolavori che ha realizzato. Io verrò ricordato per le mie scorregge sullo schermo”. E così sia.