Ronaldo non c'era, ma ora c'è. E' il retroscena raccontato dal Daily Mail, che spiega come il fenomeno portoghese non fosse nella formazione dell'anno 2019 Uefa, ma sia stato inserito proprio all'ultimo minuto, creando un quartetto d'attacco spaziale: Cristiano Ronaldo, Lionel Messi, Sadio Mane e Robert Lewandowski. Al suo posto, si legge, avrebbe dovuto esserci N'Golo Kante, scelto dai tifosi nel 4-3-3, prima della sostituzione griffata Uefa, con il passaggio al 4-2-4. Un centrocampista in meno per includere CR7, il quarto attaccante più votato al mondo. Questa l'accusa mossa dall'Inghilterra dopo le molte perplessità delle ultime ore e gli interrogativi sull'integrità della mossa della Uefa nei confronti dei tifosi.

L'annuncio, si legge ancora, inizialmente era previsto per la scorsa settimana, ma la decisione su Ronaldo e le successive manovre hanno provocato un ritardo. E una fonte ha svelato: "Questo non va bene. È effettivamente manipolazione del voto. Questa è la popolarità di Ronaldo all'interno dell'organizzazione, il campanello d'allarme è suonato al momento del taglio e della formazione cambiata. Ti fa chiedere cos'altro cambiano". 

Un portavoce della UEFA ha spiegato: "La formazione per la squadra di quest'anno è stata scelta per riflettere i voti dei tifosi in parallelo con i risultati ottenuti dai giocatori nelle competizioni UEFA. Di conseguenza, ci sono cinque vincitori della UEFA Champions League e quattro finalisti della UEFA Nations League (incluso un vincitore). La formazione cambia su base regolare e quest'anno non fa eccezione".