Gigi Buffon stasera farà il suo esordio stagionale con la Juventus dell'amico e allenatore Andrea Pirlo. Il portiere bianconero, recordman assoluto di presenze in Serie A, stasera allo Scida farà rifiatare Wojciech Szczesny e arrotonderà la cifra a 650. Un numero impressionante, che parla di una carriera passata attraverso intere generazioni di giocatori. Padri, figli... e lui sempre lì, a difendere i pali di Parma e soprattutto Juventus e Nazionale (con parentesi parigina).

DI PADRE... - Una parabola intergenerazionale ben esemplificata dalla famiglia Chiesa. Nel 1996 Buffon era un giovane portiere rampante, che aveva esordito nel Parma l'anno precedente e stava togliendo il posto al più esperto Luca Bucci. Lui difendeva la propria rete, mentre a sfondare quelle avversarie ci pensava un bomber appena arrivato dalla Sampdoria: Enrico Chiesa. I due insieme avrebbero condiviso tre annate in Emilia togliendosi la soddisfazione di vincere Coppa Italia e UEFA.

... IN FIGLIO - Proprio durante quegli anni parmensi, a Enrico nacque un figlio che chiamò Federico. Oggi quel bimbo è un ragazzo che sta per compiere 23 anni. E che stasera a Crotone, da titolare o da subentrato che sia, vivrà un battesimo molto speciale: quello da giocatore della Juventus. Uno dei suoi padrini sarà proprio quel Buffon che negli anni Novanta, quando lui veniva al mondo, giocava con suo papà. Carriere, generazioni, tutto scorre e si rinnova. A restare c'è sempre (per usare le recenti parole del terzino Danilo) l'immensa storia della Juventus.