Oggi pomeriggio alle ore 15 è convocata l'assemblea della Lega Serie A. All'ordine del giorno i calendari (il campionato potrebbe ripartire tra fine maggio e inizio giugno) e i tagli agli ingaggi dei giocatori: su questo tema è scontro aperto con l'Assocalciatori. Disposta a congelare solo aprile, mentre i club chiedono il taglio di quattro mensilità.  Un'altra polemica è tra calcio e politica sull'utilizzo dei fondi speciali e della cassa integrazione: possibili nuove tasse. Venerdì il governo farà uno screening e sulla base dei numeri del contagio deciderà se riaprire agli allenamenti a fine aprile o inizio maggio. 
Juventus, Lazio, Roma, Napoli, Parma, Verona, Sassuolo e Lecce sono favorevoli a riprendere a giocare. 
Inter, Milan, Fiorentina, Atalanta, Bologna e Cagliari restano in attesa. Torino, Udinese, Genoa, Sampdoria, Spal e Brescia sono contrari.
Intanto la FIGC ha deciso di sospendere tutti i campionati giovanili ad eccezione di Primavera e Berretti il cui futuro deve essere ancora deciso.