Giorgio Chiellini, capitano della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky Sport a margine del Gran Galà del Calcio. Queste le sue dichiarazioni a sorpresa:

CAMPIONATO - "L'Inter sta facendo qualcosa di straordinario, se pensate che ha perso lo scontro diretto e ora è sopra di un punto si capisce. La vera Juve si vedrà da gennaio almeno, c'è bisogno di tempo. Siamo partiti molto bene, con un ottimo mese e mezzo. Poi abbiamo sofferto un po' di calo fisiologico, ma i risultati non sono mancati. I risultati sono importanti anche quando non si fa bene. Ci vuole un po' di equilibrio, senza il pareggio con il Sassuolo si parlerebbe di super Juve". 

RONALDO - "Era contento di esserci, se no non sarebbe venuto. Il Pallone d'Oro a Messi ci sta, il vero furto è stato l'anno scorso. Il Real Madrid ha deciso di non farlo vincere a Ronaldo ed è stato davvero strano. E' stato strano, secondo la logica di quest'anno avrebbe dovuto vincere Griezmann o Pogba. Il Real non voleva vincesse un suo ex giocatore. Tra Cristiano, Van Dijk e Messi è difficile. Noi siamo fortunati perché uno l'abbiamo in squadra". 

DE LIGT - "Ci parlo tutti i giorni. E' un ragazzo intelligente che ha tanta voglia di imparare. E' stato catapultato in un campionato completamente diverso, a 20 anni non è facile. Mani di De Ligt? Non è casualità, è qualcosa su cui si deve lavorare e migliorare".

SARRI E LA DIFESA - "Le squadre di Sarri se si trovano a difendere vicino alla loro porta si trovano in difficoltà. L'anno scorso con Allegri avevamo concetti completamente diversi. Ci stiamo abituando alle idee del nuovo allenatore, per migliorare e avere equilibrio. Negli anni passati godevamo a vincere 1-0, quest'anno vogliamo puntare sul bel gioco. Piuttosto vincere 2-1 o 3-1, ma fare bel gioco e giocare con spavalderia e con tante occasioni create".

DYBALA - "Eravamo tutti sul mercato in estate, tranne io che sono vecchio e Ronaldo perché è Ronaldo. Dybala era vice capitano della squadra. Noi siamo abituati alle chiacchiere e alle presunte trattative". 

CHAMPIONS ED EUROPEO - "Ci sono tante squadre per vincerla, c'è anche la Juventus. Deve ambire a vincerla, è la più forte d'Italia e così deve essere. All'Europeo speriamo di andare a Londra, complimenti ai ragazzi per il percorso che hanno fatto. Mancini in due partite ha capito tutto".

RIENTRO E RITIRO: LE PAROLE DI CHIELLINI PREMIATO AL GALA' DEL CALCIO QUI.