Le parole di Evelina Christillin, intervistata dalla Gazzetta dello Sport:

STAGIONE - "Stiamo a vedere ma certo, la stagione mi ha deluso. La partita col Genoa mi sembra un simbolo: la Juve nel finale ha mollato, come se avesse dato per acquisito il risultato. Mi è dispiaciuto, alla Juve di solito non succede"

COPPA ITALIA - "Sinceramente non ho molto da recriminare... e non voglio parlare dei rigori, che lasciano il tempo che trovano. Non sono troppo delusa per gli zero titoli, la Coppa sarebbe stata un premio di consolazione graditissimo ma non di più. Non faccio come in “La volpe e l’uva”, parlo sinceramente. Per me, non avrebbe modificato il giudizio sulla stagione, che è quella che è. Quando Allegri è tornato, sono stata felicissima ma certo, i risultati ora sono chiari"

ALLEGRI - "Andrea Agnelli ha fatto ad Allegri un contratto lungo, uno di quei contratti che si propongono alle persone con cui hai un progetto da condividere. Il grande investimento di questo ultimo anno, a parte Vlahovic, è stato proprio l’allenatore; di certo non si può pensare di cambiarlo ancora in estate. Io spero che quel progetto preveda un rafforzamento della squadra".