Più 7, quello che voleva la Juve, che ora assisterà tranquilla, in poltrona, a Lazio-Fiorentina. Pressione in più per i biancocelesti, obiettivo raggiunto per Sarri. Se anche la Lazio dovesse vincere, resterebbe comunque a -4. Il campionato si sta indirizzando nella direzione più giusta,

Bella vittoria col Lecce, 4-0, ma primo tempo osceno. Solo Cuadrado all’inizio fa 5-6 errori. Una crisi di identità che la Juve di Sarri continua a portarsi dietro: quando i salentini restano in 10, in una situazione di vantaggio, la Juve fatica per riuscire a fare un tiro in porta decente, firmato da Rabiot. Ci abbiamo messo la bellezza di 20 minuti per fare un buon tiro. Poi, è vero, Ronaldo si mangia un gol incredibile, da solo, ma capita. 

Poi finalmente è arrivato il sinistro de Dios di Dybala e il rigore, che c’era. E poi è chiaro che vai sul velluto. Quando entrano Douglas Costa e Higuain il Lecce affonda e la Juve straripa. Ci abbiamo però messo troppo a risolvere la gara. Primo tempo negativo, la Juve che fatica con le squadre chiuse. Nel finale la manovra più veloce, verticalizzazioni e Douglas Costa, che ha fatto un vero show. Con il Lecce ha fatto delle cose incredibili, superando sempre l’avversario. Prima di vendere il brasiliano pensiamoci. 

Pjanic stasera impalpabile, ormai si vede che vuole andare via. Mi è piaciuto come è entrato Higuain, ha segnato un bel gol e ha parlato bene a fine partita, quando ha detto che continuerà a dare il massimo da professionista. L’ho criticato per il comportamento tenuto durante la pandemia, ma stasera mi è davvero piaciuto. Ronaldo si è mangiato due gol pazzeschi, di testa. Però rigore segnato, due assist, per il momento va bene così. Anche se io continuo a sognare un sorpasso su Immobile nella classifica cannonieri. Difesa: neanche stasera abbiamo preso gol, De Ligt è un fenomeno, mostruoso. Ora godiamoci questo +7 e andiamo a vedere cosa combina la Lazio.