Il capitano Giorgio Chiellini ha parlato ai giornali ieri, dopo la partita con la Juventus Primavera a Villar Perosa. Tra l'occasione del compleanno e quella della festa annuale che si tiene nella pre-stagione, Chiellini ha anche detto la sua sui nuovi arrivi, a cominciare dal compagno di reparto, Matthijs de Ligt.

LE SUE PAROLE - "De Ligt è il giovane più ambito d’Europa e siamo felici di averlo con noi, tutti quelli arrivati alzano il livello della squadra. In allenamento vedi che ogni anno siamo sempre più forti e questo è un piacere per chi come me è qui da tanti anni ma è anche stimolo e responsabilità. Questo pre-campionato è stato infinita non vediamo l’ora che inizi. Dobbiamo alzare i giri, questa squadra ha bisogno di stimoli e obiettivi. Fino a quando non c’è risultato che conta, non diamo neanche il 100%, siamo curiosi di vedere come reagiremo al cambio di ritmo. Ma ogni cambiamento porta nuove opportunità e dobbiamo essere bravi a sfruttarle.

LE RIVALI - "L'Inter già anno scorso aveva tutte le carte in regola per vincere lo scudetto. Chiaro che l’arrivo di Conte e Godin e Lukaku. Godin è un acquisto di cui si è parlato poco ma di livello mondiale, loro e il Napoli non possono nascondersi. Le altre sono un po' ridimensionate sulla carta ma possono esserci sorprese. La stagione è lunga e la squadra ha ambizioni alte, questa squadra ha voglia di giocare per la vittoria. Icardi? Fantacalcio, parliamo di quello che c’è. Quel che sarà non è affar mio, se succederà qualcosa ci penserà Fabio. Dybala? Paulo si è allenato sempre bene, l’ha dimostrato anche oggi (ieri ndr) ma non ce n’era bisogno. Non vedo nessun problema, il resto fa parte del gioco. Siamo professionisti e siamo tanti e consapevoli della situazione. Un consiglio da fratello maggiore? Paulo è grande e vaccinato Ogni tanto ci saranno arrabbiature per chi non gioca. Prendi 11 a caso e sono tutti campioni. L’obiettivo è creare un gruppo che rimanga compatto e si aiuti a vicenda in una stagione dove ci sarà bisogno di tutti".