Giorgio Chiellini, capitano della Juventus e della Nazionale italiana, prende la parola in conferenza stampa alla vigilia del match di Nations League contro la Polonia: "Io fondamentale per questa squadra? Lo step è lo stesso, vivo alla giornata e lo vivo con grande entusiasmo. Ci sono tanti ragazzi bravi e ci stiamo conoscendo giorno dopo giorno. Il mio ruolo in questa squadra non sarà mai un problema, non mi sento indispensabile, ma importante come tutti gli altri. Poi quel che sarà sarà, se per un mese, sei mesi o due anni si vedrà".

SULLA POLONIA - "No, non è una finale. Semmai uno spareggio, che ci darebbe una spinta importante per l'Europeo. La strada però è ancora lunga, a prescindere da domani".

SUL PAREGGIO CONTRO L'UCRAINA - "Sicuramente è stato piacevole giocare quei 60 minuti, abbiamo giocato a calcio e l'abbiamo fatto bene. Però c'è il rammarico di aver segnato due gol, che sarebbe stato il minimo per quanto espresso. Ci dà comunque fiducia per la partita di domani". 

SULLE PAROLE DI BONUCCI - "Bonucci sulla Figc ha detto che è stato perso un anno? Non credo che sia il momento di parlare di questo, ci saranno momenti più opportuni anche se non mi sono mai tirato indietro nei giudizi sul calcio". 

QUI LE DICHIARAZIONI DI MANCINI