Sono passati pochi minuti dal comunicato ufficiale, pochi minuti da quando il Barcellona - a seguito di una lunga diatriba - ha ufficializzato il colpo Antoine Griezmann, passato dall'Atletico Madrid al Barça. Un colpo finalmente chiuso, con un sospiro di sollievo per il club blaugrana. E invece, tutto è ritornato nel caos. Sì, perché alle parole del Barcellona, che ha comunicato il pagamento della clausola rescissoria da 120 milioni sono seguite quelle dei Colchoneros. Durissime. 

IL COMUNICATO "Antoine Griezmann, rappresentato dal suo avvocato, è apparso nella sede della Professional Football League per rescindere unilateralmente il contratto che lega il giocatore all'Atlético de Madrid, avendo depositato Fútbol Club Barcelona nel nome e per conto del giocatore la quantità di 120 milioni di euro. L'Atlético Madrid ritiene però che l'importo depositato non sia sufficiente per soddisfare la sua clausola di rescissione, poiché è ovvio che l'impegno del giocatore con il Football Club Barcelona sia stato chiuso prima che la clausola suddetta fosse ridotta da 200 a 120 milioni di euro. E risale anche a prima della data in cui la clausola è stata modificata la comunicazione che il giocatore ha fatto al club, annunciando il suo disimpegno dal club, il 14 maggio scorso. L'Atlético Madrid ritiene che la risoluzione del contratto sia avvenuta prima della fine della scorsa stagione a causa di eventi, atti e dimostrazioni effettuate dal giocatore ed è per questo che ha già avviato le procedure che considera appropriate per la difesa dei suoi diritti e interessi legittimi".

RETROSCENA JUVE - Ma il futuro di Griezmann non è mai stato di facile risoluzione, anzi è da diverse stagioni uno dei giocatori più contesi. Anche la Juventus, prima di Ronaldo, lo aveva sondato salvo poi fermarsi vedendo il Barça favorito. L'accordo non è mai andato in porto, anzi fu il giocatore a rifiutare in virtù di un super rinnovo con l'Atletico. Un anno dopo la situazione si è riproposta, con qualche timidissima voce bianconera, eppure nula sembra ancora terminato. Un caos totale.