Fabrizio Biasin, giornalista di Libero, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva della lotta scudetto tra Inter e Juve.

SUI CORI CONTRO GASPERINI - "E' un malcostume generale, i tifosi esagerano e a loro volta anche alcuni tesserati, che invece dovrebbero dare il buon esempio. Tutti hanno delle responsabilità, vedono gli errori degli altri e mai i propri. Lo stadio è come lo sfogatoio generale per le tensioni di tutti quanti. Comunque non è stato bello vedere un allenatore preso di mira tutta la partita. Bisognerebbe vedere se gli stessi che fanno i cori lo facessero davanti al tesserato preso di mira.

SU ERIKSEN - "Per una squadra come l'Inter che ambisce a vincere è doveroso riuscire ad inserire giocatori sempre più forti. E' la logica delle grandi squadre. Aspettiamo di arrivare alla firma, ma l'Inter ha ottime possibilità di arrivare al giocatore.

SU PIOLI - "Se andasse in Europa potrebbe restare al Milan, perché è arrivato in una situazione complicatissima e sta provando a mettere ordine. Ovviamente tutto poi passa dai risultati.

SU SPINAZZOLA - "Un giocatore dal valore indiscusso che però ha giocato poco per problemi fisici. L'Inter sta valutando la situazione e se questi problemi impediscono di concludere l'affare.

SU RONALDO - "La fortuna della Juve è avere un milione di alternative e gioca molto bene anche senza di lui. Però se hai CR7 in rosa devi essere felice perché è un giocatore decisivo. Forse Sarri è un po' condizionato ma non può fare a meno di lui.

SU RUGANI - "La partita di ieri della Juve è stata eccellente, anche delle seconde linee.

SULL'INTER - "Cerca un esterno di sinistra perché Asamoah ha problemi evidenti e prova a cautelarsi con Spinazzola, quindi è un operazione che ha un senso. Caso mai non si deve ingombrare una rosa con giocatori di medio livello.

SUL MILAN - "La mia sensazione è che Elliott prima o poi voglia vendere. Credo che adesso la società voglia snellire i conti, abbattere il monte ingaggi e puntare su giocatori di prospettiva, Ibra a parte.

SUL NAPOLI - "Avere 2 portieri che si alternano è un errore. Bisogna puntare su un portiere titolare. E' giusto e doveroso prendere una decisione e io punterei su Meret".