La 'Finestra sul Mondo' è la nuova rubrica del direttore responsabile de ilBiancoNero.com, Marco Bernardini.

Caos dopo la morte di Imane Fadil, modella vicina a Ruby e alle serate del "Bunga Bunga" di Berlusconi

E' morta avvelenata Imane Fadil, modella marocchina di 34 anni, spirata dopo un mese di agonia per "un mix di sostanze radioattive". Era una delle testimoni chiave del processo Ruby ter, l’ultimo nato dalle peripezie erotico-giudiziarie dell’ex premier Silvio Berlusconi. Dopo il decesso, la procura indaga per omicidio volontario. Berlusconi, da parte sua, commenta così l'accaduto: "Spiace che muoia sempre qualcuno di giovane. Non ho mai conosciuto questa persona e non le ho mai parlato".

Tenta il suicidio Paris, figlia di Michael Jackson

Paris Jackson, figlia di Michael Jackson, è stata ricoverata dopo aver tentato il suicidio. Il gesto, secondo fonti della famiglia riportate dal sito TMZ, che ne ha dato la notizia nella serata di ieri, sarebbe collegato all'uscita del documentario Leaving Neverland che ha riportato d'attualità le accuse di pedofilia nei confronti dell'artista morto nel 2009. La ragazza, di soli 20 anni, è attualmente ricoverata in ospedale a Los Angeles.

Tornano i gilet gialli: palazzo in fiamme a Parigi, 11 feriti

Scontri con la polizia, incendi, saccheggi. La manifestazione dei gilet gialli del 16 marzo si è trasformata in breve tempo in un assalto al cuore di Parigi. Undici persone sono rimaste ferite dopo che i manifestanti hanno dato alle fiamme un palazzo nei pressi degli Champs Elysees. Il fuoco è stato appiccato nella filiale di una banca in un edificio in Franklin Roosevelt Avenue. Tre automobili con agenti di polizia che si spostavano per un'emergenza sono state bersaglio di bastonate da parte di manifestanti a margine alla protesta dei gilet gialli.

Fischi a Salvini a Potenza, lui: "Meno canne e più uovo sbattuto".

"Buffone", "Bugiardo", "Vergogna", "Fuori". Fischi e contestazioni in piazza a Marsicovetere, in Val d'Agri, in provincia di Potenza, durante il comizio del ministro dell'Interno Matteo Salvini in vista dell'appuntamento elettorale del 24 marzo. Un gruppo di cittadini lo ha accolto con striscioni "Benvenuto nuovo terrone, "Ieri il Duce e i fascisti, oggi Salvini e i leghisti", "I terroni non dimenticano". "Lega Ladrona 49 milioni". Sono giovani, uomini e donne, mamme e papà, come riporta La Repubblica. Salvini replica: "Gridate, non vi sento. Non ci sono più i contestatori di una volta: ragazzi, la mattina meno canne e più uovo sbattuto, più pane e Nutella".