La Juventus ritrova Andrea Barzagli tra i convocati per la prima volta dopo oltre due mesi. La lesione al quadricipite riportata in allenamento lo ha tenuto ai box, come previsto, per diverse settimane, ma il difensore bianconero a recuperato in tempo per aiutare Massimiliano Allegri con l'emergenza in difesa, che vede al momento indisponibili anche Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci. Oggi il tecnico livornese è pronto a riproporre la coppia composta da Daniele Rugani e Martin Caceres, da bollino rosso contro il Parma, ma Barzagli è pronto, anche e soprattutto in vista della Champions League.

IL PRESENTE - "La BBC rientra la prossima settimana", ha confermato Allegri in conferenza stampa, facendo tirare un sospiro di sollievo a tutti i tifosi della Vecchia Signora. Quella stessa BBC che, dopo essersi ricongiunta a Torino in estate con il ritorno di Bonucci dopo un anno da capitano al Milan, sembra essere ancora indispensabile per il presente della Juventus. Caceres non può rappresentare un'alternativa affidabile sul lungo periodo, pur con la dedizione dimostrata verso i colori bianconeri. E Rugani sembra fermarsi sempre sul più bello, senza quel definitivo salto di qualità atteso a Torino ormai da anni.

IL FUTURO - A partire dall'estate, però, Fabio Paratici ha tutta l'intenzione di operare con forza sul mercato per il futuro della difesa bianconera. Il primo obiettivo resta Matthjis de Ligt, capitano dell'Ajax, che può rappresentare il faro del reparto arretrato per almeno un decennio. Sfuggiti Jean-Clair Todibo, finito al Barcellona, e Leonardo Balerdi, oggi al Borussia Dortmund, ci sono altri giovani sul taccuino di Paratici. In particolare Nikola Milenkovic, pupillo classe '97 che sta vivendo una stagione tra alti e bassi alla Fiorentina. Attenzione, poi, a José Gimenez e Stefan Savic, gradito duo di centrali dell'Atletico Madrid, oltre a Joachim Andersen, sorpresa stagionale alla Sampdoria.