L'allenatore dell'Arsenal Women, Jonas Eidevall, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Juventus Women. Queste le sue parole.

INFORTUNI - "È difficile fare previsioni, molte variabili non sono noti. L'affaticamento delle giocatrici lo motioriamo quotidianamente e ci preoccupa. Se ci avesse condizionato non avremo giocato. Il numero di infortuni è elevato, le nostre calciatrici che continuano a giocare hanno un carico notevole".

ASSETTO DI GIOCO - "Non si può dare nulla per scontato, una delle mie più grandi rifelssioni dopo lo United è che quando si cambia si mette una squadra diversa in campo, si deve ripartire dalle basi. Il tipo di approccio che dobbiamo adottare è questo, non dobbiamo dimenticarci delle basi, dobbiamo lavorare per gradi. Prima del Manchester ho fatto qualche errore che ora abbiamo aggiustato e non ripeteremo contro la Juventus".

INFORTUNIO MEAD - "La squadra e tutti coloro che sono nel club le hanno dato appoggio. I nostri medici faranno del loro meglio per riportarla in forma in breve tempo".

PRESSIONE - "La responsabilità in una squadra è sempre condivisa e mai individuale, il risultato è sempre della squadra e non dei singoli. Poi spetterà a me scegliere chi mettere in campo per ottenere il miglior risultato possibile, è una sfida che dobbiamo necessariamente affrontare".

JUVENTUS - "Sono una squadra molto competitiva, un club che ha dimostrato nelle ultime stagioni quanto siano competittive in Europa. Abbiamo grande rispetto e siamo consapevoli che dovremo garantire un'ottima prestazione per portare a casa il risultato".

CAMPIONATO ITALIANO - "Il calcio italiano femminile è cresciuto molto, ci sono squadre molto competitive, ci sono partite molto emozionanti. Lo si vede anche guardando la classifica. Sono tutte molto competitive, le prime cinque squadre che potranno qualificarsi per la seconda parte di stagione dimostra una grande crescita".

FASE POSITIVA - "Siamo qui per fare del nostro meglio. Vogliamo offrire una prestazione diversa come squadra rispetto a quella contro il Manchester. Domani è un'ottima opportunità per rimetterci in carreggiata".

TIMORE GIOCATRICI JUVE - "Io innanzitutto mi concentro sulle mie giocatrici, ho sentito degli infortuni delle giocatrici della Juventus. Spero di poter vedere nuovamente Sara Gunnarsdottir che è fuori e rappresenta ciò che è importante per il calcio".

HURTIG - "Un grande talento. Il suo infortunio sia arrivato in un momento sbagliato come tempismo, molto sbagliato, Lina aveva cominciato ad avere continuità e ovviamente ci vuole tempo per emergere. Sfortunatamente stava costruendo in questa direzione e l'infortunio è stata una grande perdita per noi".