Leonardo Bonucci, nel secondo episodio di All or Nothing, parla a tutto campo: calcio e vita. 

ESEMPIO - "Noi senatori dobbiamo essere da esempio, cercare di proteggere i giovani, stimolarli quando occorre. E' quello che facciamo un po' noi vecchi. Cristiano, Giorgio, Buffon...". 

CAPITANO E PADRE - "Ci sono similitudini. Le responsabilità sono grandi. Bisogna entrare nel carattere dei figli come nel carattere dei compagni. C'è chi è pronto a diventare padre e chi no. Ho discusso tanto con mia moglie. Prendere scelte come singolo puoi ragionare in maniera anche meno matura, con una famiglia devi capire ciò che è meglio per la tua famiglia: lo capisci e ti cambia la vita. Sono un uomo e padre diverso". 

IL SOGNO - "La Champions è il sogno. Abbiamo consapevolezza, i mezzi per arrivare in fondo: il gruppo è unito e forte. Vincere darebbe forza alla società e alla squadra". 

TORINO - "Siamo cresciuti anche come famiglia in questa città, da contorno. Con l'arrivo di Cristiano alla Juve, mio figlio inizia a diventare un po' bianconero".