Massimiliano Allegri parla a Sky Sport di mercato e della prossima stagione: "Il calcio che mi piace? E’ quello dei bambini (ride ndr). Ci vuole pazienza con i giovani e con il settore giovanile ma per me questa è una settimana di vacanza. Sono con un gruppo di amici che organizzano tutto, io faccio solo presenza. Cerchiamo di aiutare le associazioni e colo che sono meno fortunati di noi."

SCUDETTO -  "Sono stati bravi i ragazzi a reagire dopo la partita contro il Napoli. Hanno gestito la pressione e giocato una grande partita la settimana dopo contro l’Inter. Real Madrid e Chelsea? Diciamo che ho detto si alla Juventus. Ho parlato con il presidente ed era giusto che rimanessi alla Juventus. Era una decisione che avevo già preso. Ho deciso di rimanere alla Juve rispettando quello che avevo detto, ringrazio il presidente del Real che mi aveva dato la possibilità di andare. Chelsea? La decisione di rimanere alla Juve era stata presa ed era giusto confermare la parola data alla Juve."

STIMOLI -  "Tutti gli anni la Juve si rinnova e diventa competitiva per vincere. La Juve al momento è una delle più forti al mondo. Dobbiamo migliorare quello che abbiamo iniziato quattro anni fa e sono felice di farlo con tutti coloro che lavorano alla Juve da Marotta al presidente, Nedved e Paratici."

​CHAMPIONS LEAGUE – "Ci sono dati impressionanti che dicono che negli ultimi 11 anni hanno vinto 4 volte Real e 4 Barcellona poi una volta Bayern Chelsea e Inter. Ronaldo e Messi sono quasi sempre stati capocannonieri e si sono spartiti i palloni d’oro. Non era facile fare meglio, tra l'altro negli ultimi anni siamo stati gli unici a eliminare il Real Madrid. Nazionale? Dal 9 luglio gli italiani saranno a Vinovo, gli altri giocheranno il  mondiale e tanti sono favoriti per vincerlo."

​DYBALA - "Ha fatto molto alla Juve, è cresciuto molto e a metà stagione ha avuto un calo a causa di questi paragoni con Messi, può fare ancora di più lavorando e non immedesimandosi in quello che ad oggi è il miglior giocatore del mondo."

HIGUAIN - "La Juve ha la forza di accontentare chi vuole andare via. La società è solida, far rimanere i calciatori contro voglia è sempre dannoso. Aspettiamo e vediamo, nell’anno dei mondiali il mercato si decide sempre dopo la competizione."

SERIE A – "Quando finisce la stagione e vinci devi festeggiare e ricaricare le batterie. La prossima stagione ci saranno squadre agguerrite che vorranno batterci. Ci mancherà Sarri ma il calcio italiano ha ritrovato un allenatore vincente come Ancelotti. L’Inter, nonostante Spalletti faccia un po’ l’attore è talmente bravo che quest’anno lotterà con noi per il titolo con il Milan e la Lazio che ha sempre una squadra interessante."

CANCELO – "Credo sia un giocatore del Valencia, Spalletti l’ha migliorato molto e all’Inter ha fatto bene."