Andrea D'Amico, a Tuttosport, ha parlato di Dybala e non solo. 

ALLEGRI ALLA JUVE - "Se è tornato, a due anni dall’addio, senza aver allenato altre squadre, con un contratto così lungo e importante, vuol dire che ha avuto ampie garanzie dalla proprietà per poter realizzare un suo progetto, con precisi obiettivi tecnici ed economici. Anche il cambio dirigenziale tra Paratici e Cherubini va in questa direzione". 

LANDUCCI - "Il segreto? Avere un ottimo secondo. La figura di Landucci è fondamentale perché vede le cose che magari un allenatore sotto stress non vede e dà indicazioni intelligenti"

RONALDO - "Difficile prevedere che cosa potrà succedere, bisognerebbe essere nella testa di Allegri. La mia suggestione è che CR7 possa concludere la carriera altrove. Dove? Non in Spagna né in Germania. Difficile anche il Psg. Andando per esclusione, direi Manchester United, magari con lo scambio Ronaldo-Pogba". 
  
POGBA - "E’ una mia impressione. Però Pogba può essere un rinforzo importante per il centrocampo della Juve, reparto che ha bisogno di un innesto di qualità. E Pogba rappresenta quell’esperienza e quella forza che manca, ha già giocato nella Juve, conosce l’ambiente e ha un feeling particolare con Allegri". 

DYBALA - "Premessa d’obbligo: bisogna vedere quali sono le sue condizioni fisiche perché nelle due ultime stagioni ha giocato poco e ha avuto qualche problema. Quando è arrivato a Torino ha avuto un ottimo impatto, senza problemi di ambientamento e con Allegri ha dato il meglio di sé. Vista l’età, io mi siederei al tavolo per trovare una soluzione e firmare il rinnovo". 

FAGIOLI - "Nicolò ha dimostrato, quando è stato chiamato in causa in campionato contro il Crotone e in Coppa Italia contro la Spal, di essere pronto per la categoria. Allenandosi sempre con i grandi è migliorato e, a 20 anni, può fare soltanto bene. Del resto, Cherubini e Allegri lo conoscono bene, lo stimano molto e si aspettano tanto da lui. Allegri lo valuterà in ritiro? Certo, senza i Nazionali ci sarà più spazio per i giovani. Così Allegri avrà la possibilità di rivederli, dopo che sono passati due anni, e di testarlo".