Alla fine Max Allegri è costretto a far giocare sempre Manuel Locatelli. Di lui non si può proprio fare a meno. Anche perché è l'unico centrocampista da Juve, insieme forse all'ultima versione di Weston McKennie. L'ex giocatore del Sassuolo è il solo giocatore che in questa stagione è sempre sceso in campo, ad agosto è stato protagonista del solito inizio graduale per un nuovo acquisto come da tradizione allegriana, poi si è messo nel cuore della mediana bianconera e ha provato a limitare i danni. Danni di un centrocampo che non è all'altezza della situazione, perché i suoi interpreti (a parte Locatelli e l'ultimo McKennie, appunto) non sono all'altezza della situazione. Qualche lampo e qualche guizzo c'è stato, ma alla fine Allegri si fida solo degli stessi e si ritrova costretto a puntare pure su chi ha già bocciato. Poi le dichiarazioni sono quelle che sono, parole al miele spende per esempio per Arthur, definito “un grande professionista” ma nei fatti tagliato fuori dopo il flop di Verona, mentre tutti gli altri da Rodrigo Bentancur ad Adrien Rabiot arrivando ovviamente ad Aaron Ramsey, sono sacrificabili. Anzi, sono sul mercato. All'insegna del fuori tutti, unica via per azionare il mercato in entrata.

Scopri in gallery il punto sui casi del centrocampo bianconero e le evoluzioni del mercato in uscita.