Momenti difficili, ma in cui si possono riscoprire piccoli piaceri e grandi emozioni. Leonardo Bonucci, di questo tempo, ne sta facendo tesoro: è in casa, ovviamente, con moglie e figli al seguito. Se li sta godendo, tutti. E senza campo, continua ad allenarsi nel piccolo angolo di casa sua adibito a palestra. Il racconto della quarantena è affidato al format dei canali ufficiali bianconeri, 'A Casa con la Juve'. Ospite, insieme a Leo, l'attore Luca Argentero.

COME STO - "Sto benissimo, sono stati giorni difficili ma l'isolamento oggi è finito per i giocatori. Non ho avuto alcun tipo di sintomo, mi auguro che questa fortuna ce l'abbiano tutti coloro i quali stanno combattendo questa battaglia. Con tre bambini, una moglie, una casa da tenere in ordine, tra mocio e cortile dove giocare, compiti e altro da fare, le giornate sono molto lunghe".

IN CORTILE - "L'ho messo sui social perché mi ha emozionato. Oggi si fa fatica a rivedere, soprattutto nelle grandi città. Bambini che si danno appuntamento per giocare finché non fa buio, ieri mi ha emozionato. Sarà appuntamento fisso, poi buttiamo nel mezzo anche il fratello piccolo, finché la mamma non chiama per salire".

BATTIMURO - "Prendi una porzione di muro, una volta le cartelle o le lattine, e devi colpire con un tocco la parte di muro delimitata. Chi sbaglia, viene eliminato. Si continua finché non c'è un vincitore. Il bello? Dovevi essere bastardo, dovevi prendere l'esterno, lo spigoletto...".

CHIELLINI - "Non ricordo bene la partita, ma ringrazio la chiusura in rovesciata di Chiellini. Era con il Portogallo: sbaglio appoggio e la punta riparte, Giorgione mi ha salvato un gol praticamente fatto. Benedetto Giorgione alle mie spalle".



Scaricate la nostra app per essere sempre aggiornati con tutte le ultime notizie

ANDROID -> SCARICA QUI

iOS -> SCARICA QUI


DORMITO IN MACCHINA - "Quand'ero più giovane, sull'A4, facevo serata a Milano e rientravo a Treviso. Facevo metà tragitto, un'ora di pennichella, poi tornavo a casa".

PIANTO DI FELICITA' - "Grande felicità è stato quando Matteo ha superato il suo momento peggiore/migliore della vita. Quando esce la dotteressa che ti dice che siamo riusciti a fare quello che dovevamo fare, adesso Matteo sta bene... penso che momento più felice di questo, non possa esistere".

ATTORE PREFERITO - Argentero: 'Italiano, Leo!'. E Bonucci: "Checco Zalone, bisogna ridere. Mi fa morire dal ridere, s'è inventato qualcosa di unico"

ALTRA PASSIONE - "Da bambino, la pesca. Andavo a pescare con mio nonno, mio padre, i miei amici al laghetto sportivo. Una volta con mio zio al fiume. Col tempo non sono riuscito a coltivarla, fortunatamente il lavoro mi porta via quel tempo che adesso mi è stato regalato"

3 SETTEMBRE - "I facchini sollevano la Santa, è un momento toccante per i viterbesi. Non sono riuscito a portare i bimbi, sono sempre in nazionale quando c'è. Poi quando sei grande hai emozioni diverse, i ragazzi fanno prove prima di portarla, si vede lo sforzo. Ed è unico".

QUIZ SU TORINO - Bagnacauda con Acciughe? Vero! ​
Mole più alta della Statua della Libertà? Vero!
​Cicles? Falsissimo, falsissimo! Gomma da masticare
Balzato scuola vuol dire pitturato scuola? Falso! Vuol dire che hai fatto sega...

COMPITI A CASA - "Ogni mattina arriva il compito. Mi solito mi alleno alle 3, quando c'è un po' di pace e posso lasciare mia moglie a casa. Arriva il programma: cyclette, addominali, flessioni... tutti i giorni. Lo stop fisico è pazzesco. Nel parcheggio c'è anche una salita che mi tornerà comoda"

LA PRIMA COSA POST EMERGENZA - "Andrò a mangiarmi un gelato"

SE TELEFONANDO - Bonucci canta 'Se Telefonando per festeggiare gli 80anni di Mina

PIATTO PREFERITO - "Cosa cucino? Vario. Dal soffritto per la pasta, al salmone al forno, al tiramisù. Mi sto divertendo, con la mia prof d'eccezione Martina, che mi dà istruzioni e poi mi lascio andare. Tiramisù? Rigorosamente con i pavesini. Lo so che si fa con i savoiardi..."