"Ricevuta dal Procuratore federale rituale e tempestiva segnalazione circa la condotta tenuta da Medhi Benatia (Soc. Juventus) nei confronti di Leonardo Pavoletti, osserva..." che si tratta di un normale fallo di gioco. Il comunicato dell Giudice Sportivo va avanti, ma in realtà potrebbe già fermarsi qui, c'è già tutto quello che interessa. Benatia non viene squalificato, nonostante il Procuratore Federale chieda DIRETTAMENTE al Giudice la prova tv. 

Chi? Il Procuratore Federale? Proprio lui, proprio quel Giuseppe Pecoraro che sembra stia perseguitando la Juventus. Già, perchè questo è solo l'ultimo vergognoso attacco mirato ai colori bianconeri. Lui è lo stesso personaggio in cima alla questione Agnelli-'Ndrangheta, che per il presidente juventino ha chiesto pene capitali, sventolando ai quattro venti voci di intercettazioni, pur non avendole concretamente tra le mani: quella registrazione che doveva incastrare Andrea Agnelli e la Juve tutta a proposito del presunto coinvolgimento consapevole con esponenti della 'Ndrangheta, quella che non c'è e non c'è mai stata.

Un colpo basso finito male, per lui naturalmente... esattamente come in questo caso. Insomma, Beppe, lascia stare: con la Juve sei come il tuo caro Napoli, perdi sempre!