Marko Pjaca è stato uno dei grandi acquisti del mercato estivo di un anno fa. Senz'altro il più importante con gli occhi rivolti al futuro, essendo il classe '95 uno tra i gioielli più ambiti sulla piazza europea in quel momento. Dopo una prima metà di stagione fatta di luci e ombre, il croato sembrava finalmente essersi aver trovato la propria importanza nelle gerarchie di Massimiliano Allegri. Un gravissimo infortunio con la maglia della Nazionale, però, ha rovinato tutto. La domanda sorge spontanea, ora che si appresta a tornare: in questa Juve c'è spazio per Pjaca?

IL LENTO RECUPERO - L'esterno d'attacco classe '95, come detto dal suo stesso procuratore, prosegue il lento lavoro di recupero e tutto sta procedendo per il meglio. Si può pensare che, entro novembre, il croato possa tornare in campo, sperando che l'infortunio non abbia conseguenze per il proseguio di una carriera che si presenta scintillante e dal futuro assicurato. La sensazione è che poco del vero Pjaca si sia visto nei 575 minuti giocati l'anno passato con la maglia bianconera in 20 presenze trascorse a spezzoni e con un solo gol segnato, per quanto decisivo nell'andata degli ottavi di Champions League contro il Porto. Da lì tutto sembrava destinato a migliorare per l'ex Dinamo Zagabria, che stava salendo di quotazioni nella lista di Allegri e poteva auspicare a giocare con più regolarità in un finale di stagione ricchissimo di impegni. Nulla da fare, almeno per il momento. Pjaca ha rischiato di finire coinvolto in qualche scambio o prestito estivo, ma la Vecchia Signora ha fatto muro, sintomo che crede fortemente nel giocatore.

DAL MERCATO AL RIENTRO - Tante squadre hanno mostrato interesse per il giovane, ma la Juventus non ha mai realmente pensato alla sua cessione, anche a titolo temporaneo. La Fiorentina ha provato a inserirlo nella trattativa che ha portato Federico Bernardeschi a Torino, ma il suo ammiratore Pantaleo Corvino ha dovuto desistere. Ora, però, pensando proprio al nuovo numero 33 bianconero, che così poco spazio sta trovando in questo avvio di stagione, la domanda da porsi è se esista uno spazio più o meno ampio per Pjaca nello scenario offensivo che Allegri si troverà a disegnare. Il mancato arrivo di un vice-Higuain lascia spazio a numerose soluzioni possibili e, in particolare con l'andare della stagione, servirà dare riposo tanto al Pipita quanto ai vari Paulo Dybala, Juan Cuadrado e Douglas Costa. Sarà lì che Bernardeschi in primis, ma anche il croato dovranno alzare la voce per farsi notare, oltre che l'asticella delle prestazioni per provare a prendersi un posto sempre più importante nelle gerarchie. D'altronde, se la Juventus avesse voluto dimenticarlo, avrebbe soltanto dovuto venderlo al miglior offerente. La Vecchia Signora crede in Pjaca. Torna presto, Marko!