Tra i tanti, tantissimi sorrisi in casa Juventus dopo il convincente 3-0 alla Sampdoria, che ha portato i bianconeri a +6 sul Napoli in attesa dello scontro diretto della prossima domenica, c'è chi ha masticato amaro. Si tratta di Paulo Dybala, uscito con sofferenza e disappunto al minuto 66, per lasciare il posto al subentrante Rodrigo Bentancur. La Joya non ha lasciato il segno su una sfida importante, dopo aver saltato la partita dell'anno in casa bianconera, allo stadio Santiago Bernabeu contro il Real Madrid in Champions League. La meravigliosa rimonta della Vecchia Signora, spezzata all'ultimo secondo dal controverso rigore di Cristiano Ronaldo, è coincisa con una delle migliori prestazioni nei quattro anni insieme a Massimiliano Allegri, se non la migliore. E il fatto che sia coincisa con l'assenza del gioiello argentino ha fatto riflettere non poco in casa bianconera.

E CON LA SAMP... - "Non era cupo, ha fatto una buona partita. Lui deve essere uno di quelli che ci fa vincere le partite", così il tecnico livornese ha provato a minimizzare la polemica uscita dal campo di Dybala allo Stadium contro i blucerchiati. Intanto, però, le voci di mercato sul numero 10 bianconeri si moltiplicano, giorno dopo giorno. E' notizia di ieri, in arrivo dalla Spagna, che la Juventus sia pronta ad accettare qualsiasi tipo di offerta che comprenda al suo interno almeno 150 milioni di euro per Dybala, scatenando così il selvaggio interesse di Real Madrid e Paris Saint-Germain. Dopo aver deluso nell'andata contro i Blancos, l'argentino ha fallito il pronto riscatto contro la Sampdoria, pur nella gioia del tris bianconero. Il suo sorriso si è di nuovo spento, in una stagione prodiga più che mai di alti e bassi. La Juventus, intanto, riflette. L'estate si attende incandescente per Dybala.

Il rendimento di Dybala quest'anno, mese per mese, nella nostra gallery dedicata.